Calda serata di ferragosto

cata-de-vinos-san-valentin

Era ferragosto, una caldissima serata. Io e pochi amici eravamo rimasti a fare after per tutta la notte. Eravamo tutti film porno troppo brilli per guidare, l’alcool mi aveva reso più smaniosa del solito e il caldo incrementava la mia voglia. Avevamo parcheggiato le due macchine una di fianco all’altra la maggior parte dei ragazzi stavano a chiacchierando in una macchina. Allora io e il mio ragazzo ci siamo isolati un po’coperti dalle due auto di siamo seduti tranquillamente su un marciapiede coperti dal buido.

Abbiamo iniziato a baciarci, inizialmente  senza altri fini, poi sentivo sempre più il desiderio crescere, infischiandomene della presenza degli altri a qualche metro più in la, ho iniziato a toccargli il pacco, era già duro, lui ricambiando inizio a toccarmi il lupoporno culo, indossavo una gonna larga a vita alta e alzarla non era un problema e non lasciava intravedere i movimenti che avvenivano sotto, dal culo spostò la mano sulla mia vagina, ero già tutta bagnata sotto le leggere mutandine nere che indossavo, pronta per essere penetrata, infilò le dita spostando le mutande con decisione facendomi ansimare. Dopo movimenti lunghi e piacevoli, iniziò a massaggiarmi il clitoride,presa dal momento di passione, mi spostai sopra di lui, strusciandomi con le mutandine tutte bagnate sul suo membro meravigliosamente eccitato, mentre lui prima mi toccava il seno con desiderio e poi, si  spostava sul culo, allargando le chiappe. Decisi che volevo osare di più, gli abbassai i jeans e lo tirai fuori dalle sue mutande, strusciandolo ancora su di me. A quel punto cogliendomi di sorpresa, me lo infilò dentro con poche cerimonie e facendomi sobbalzare, il fatto che potessero vederci rendeva tutto molto più eccitante, dopo qualche movimento, ci fermammo, un’ auto annunci69 dei carabinieri stava passando a fare dei controlli ed imbarazzati tornammo alla realtà, ma eravamo ancora pireni di voglia e decisi a continuare.

Una volta andati via i carabinieri e accertato che c’erano ragazzi sobri che guidavano per noi, se ne andarono.
Decidemmo di allontanarci ancora un po’ dagli altri, restammo nello stesso parcheggio, ma ci nascondemmo in un angolo spostando la macchina in modo da essere completamente coperti.

Allora mentre mi sdraiavo lì, su un’altro marciapiede, mi alzò la gonna e iniziò a leccarmela con foga e desiderio, come non ci fosse un domani, tentammo di essere il più silenziosi possibile, i suoi movimenti circolatori sul mio clitoride mentre mi infilava due dita dentro, mi fecero venire, un orgasmo stupendo, intenso, di quelli che sembrano non finire più, era stato youjizz così bello che non potevo non ricambiare il favore, mettendoglielo in bocca, me lo sentivo in gola, la cosa mi faceva eccitare ancora di più, muovendomi con decisione su e giù lo sentivo mugugnare e ansimare di piacere, sentivo che stava venendo il suo piacere incrementava il mio, ingoiando tutto il dolce sperma che mi finiva in gola, sentivo che non ero sazia. Allora ci spostammo in macchina e mi misi sopra di lui, me lo mise dentro e iniziamo a scopare come animali, come se non lo facessimo da mesi, venendo entrambi cercando di trattenere le urla di piacere. Tutto era stato reso più piacevole del rischio del pericolo, da quella sensazione impagabile.

Una volta terminata la nostra performance, esserci riposati e sistemati, tornammo dagli altri girando l’angolo come nulla fisse successo, forse xvideos davvero non si erano accorti di nulla o forse semplicemente tennero per se quello che avevano sentito, noi comunque eravamo più che soddisfatti di quella serata molto movimentata.

Sembra facile portare le corna

spaghettioliocianti

Si fa presto a dire voglio essere cuck!! Non è per tutti !! Certo la fantasia è parecchio comune. Molto di più di ciò che si pensi. Ma poi la realtà è spesso un’altra cosa!
Questa è una ministoria e per una volta non parlo di me ma di Carlo.
Essendo io e Anna delle celebrità nel sito ricevo spesso dei contatti di aspiranti cornuti che ambiscono a rendere la propria donna puttana!
Con la mia esperienza capisco subito la situazione ed in genere riesco a prevedere l’approdo finale. C’è chi perde tempo: la propria donna non si concederà mai ad altri solo per fare un favore a lui. Magari lo cornificherà per bene di nascosto ma no gli darà mai questa soddisfazione.
Poi esiste la categoria che ha qualche possibilità ma gioca su un filo sottile. Basta un niente e la donna fa non dico uno ma dieci passi indietro e recuperare poi diventa problematico. In questo caso (lei intrigata ma non completamente convinta) l’ideale sarebbe avere l’appoggio di un’altra coppia esperta con la quale passare anche dei momenti tranquilli davanti ad un caffè. Ovviamente le due donne dovrebbero trovarsi reciprocamente simpatiche. In quel caso, per una donna, niente è meglio che un consiglio di un’altra donna. A quel punto le possibilità, per l’aspirante cornuto, crescono esponenzialmente.
Poi c’è la categoria degli aspiranti cornuti più pericolosa per se stessi.
Quelli che pensano di volere la propria donna puttana ma al dunque rimangono choccati!!!
Carlo è uno di quelli !
Entrambi romani. Intorno la quarantina d’anni. Io all’epoca mi sentii con Carlo, il marito e aspirante cornuto. Era un continuo dammi un consiglio tu…lei mia pare convinta ma non si decide…..e segnalami tu qualcuno….eccetera eccetera!
Ma era lui che non mi convinceva ! Confondeva la libidine momentanea con la perversione vera!
E soprattutto pareva sottovalutare la moglie!
Io lo consiglio di pensarci bene e di iniziare con qualcosa di soft e soprattutto di essere sempre presente in modo da gestire la situazione.
Lui mi dice che la moglie ha preso in considerazione seriamente l’ipotesi di farsi sbattere ma a condizione che sia lei e solo lei a scegliere il toro e che non vorrebbe il marito presente durante i primi incontri!
Io gli consiglio di NON accettare! Devono essere entrambi a scegliersi il porco e la prima volta mai da sola.
Ci ero passato con la prima moglie quindi sapevo perfettamente cosa può succedere!
Lui non mi ascolta. Mi dice che a timore a mediare con la moglie che questa faccia marcia indietro e non se ne faccia più niente. Io gli controribatto che se lei è veramente interessata lui non gli sta chiedendo niente di insormontabile.
Niente da fare! Lui è partito per la tangente! Al che io lo lasci perdere e mi dedico ad altro.
Giusto qualche giorno fa mi contatta. Mi segnala che la moglie ha iniziato a fare la troia e mi invita a vedere sul suo profilo alcuni video postati.
Prima di fare ciò mi chiama al telefono e scambiamo qualche parola.
Sarà pure eccitato, penso, ma è soprattutto avvilito e sorpreso.
Guardo i video e capisco!
La moglie è una piacente quarantenne , un po’ in carne come capita a quell’età. Io ho avuto modo di vederla in viso in foto con contesti normali. Mora, capelli neri alle spalle, parecchio seno, un bel sedere e solo qualche chilo in più.
Nel video non compare mai il viso. Lei è sempre di spalle.
Appare chiaro che è in un motel .
E’ a cavallo del porco che si intravede poco essendo lei ripresa di spalle. Sicuramente le aggradano i superdotati perchè il maiale ha un gran cazzo.
E’ evidente che ha iniziato da un po’.
Si sente lei che dice con VOCE SCOCCIATA e dai che faccio sta roba!
Sta roba intende telefonare la marito.
Lo fa rimanendo a cavallo del toro ma senza muoversi .
Il tempo dello squillo e la risposta poi la voce di lei.
Fredda come un ghiacciolo. Neanche fosse una segretaria che telefona la cliente.
-Hai ricevuto le foto?- gli dice.
E’ evidente che poco prima ha scattato delle foto che ha inviato al marito.
Mi colpiscono quei modi freddi e quelle scarne parole.
E intuisco come possa essersi sentito Carlo!
Poi riattacca e cambia registro.
La sua voce si fa eccitata ed ansimante e dice:
-E ora pensiamo a noi….pensiamo a godere!-
Non finisce la frase che mi pare di aver visto male!
Devo inforcare gli occhiali perché senza c’è qualcosa che non mi torna.
Senza occhiali è come se ci fosse un porco da sopra che la stia pompando con furia!
Inforco gli occhiali e invece capisco che è lei a muoversi sopra con una tal furia, accompagnando il saliscendi del bacino fino a quasi mettersi dentro anche i coglioni!
Una vera cavalla infoiata e vogliosa!
Lui la tiene per le spalle per metterglielo sempre più in fondo e lei ne è entusiasta.
E poi quelle parole dette da lei senza essere sollecitata:
-Questo si che è un cazzo!! Questo si che è un cazzo!!.-
Il porco non si fa perdere l’occasione e replica:
-Non come quello del cornuto….vero???-
E lei conferma:
-Non c’è paragone!.-
E poi urla e orgasmi a non finire!!
Sono certo. Carlo si è pentito amaramente di aver proposto alla moglie simili giochi. Ora la vedo dura per lui.
Di una cosa sono certo. La moglie non smetterà di fare a troia !
Le era piaciuto troppo!!!